MENU

Comments (0) Alimentazione

Alimenti che contengono calcio

alimenti che contengono ferro

Cos’è il calcio e a cosa serve

Quando si parla di calcio si pensa subito ai latticini che sono gli alimenti che lo contengono in maggiore quantità. Ma il calcio non si trova solo nei latticini ma in tanti altri alimenti di origine vegetale e animale.

Il calcio è indispensabile per la nostra salute, a cominciare dalle ossa perché le rende forti e resistenti. Il calcio è un’eredità da mettere “in banca” durante la giovinezza per poi poterlo utilizzare durante la vecchiaia, quando il livello sarà scarso e le ossa cominceranno a manifestare l’osteoporosi, specie nelle donne Basta 1gr. al giorno per gli uomini e 1, 5 gr. al giorno per le donne. Se le riserve di calcio che sono state immagazzinate dall’organismo sono buone, allora si potrà affrontare meglio l’anzianità e gli acciacchi a essa legati.

Il calcio è necessario anche ai denti ed è utile per la coagulazione del sangue, per il rilascio dell’insulina, per il buon funzionamento del cervello. La fonte dal quale possiamo attingere questo prezioso minerale è l’alimentazione.

Alimenti che contengono calcio

Oltre ai latticini come i formaggi, il latte, il calcio si può trovare anche in alimenti come il pesce e le verdure, ma anche in altri alimenti per cui il contenuto di questo minerale è poco noto.

Il pesce che ha un apporto considerevole di calcio è quello azzurro, in particolare le alici.

Curiosamente è contenuto nella lisca, quindi è bene mangiare quelle più piccole e con la lisca tenera. Anche il polpo è un grande apportatore di calcio, come pure l’orata, il salmone, la sogliola, le vongole, le cozze e alcuni crostacei. Oltre al calcio il pesce contiene anche gli Omega 3, grassi “buoni” che combattono i radicali liberi e l’invecchiamento.

Nel regno vegetale c’è l’imbarazzo della scelta tra gli alimenti che possono contribuire all’apporto di calcio nella dieta. Tra questi la rucola, i broccoli, gli spinaci, le cime di rapa, la lattuga, i porri, i finocchi, il sedano e i cavoli. Il vegetale più ricco di questo minerale è la salvia che ne contiene 600mg. per 100gr.

Per chi è intollerante al lattosio è un buon metodo per integrare una possibile carenza di calcio, anche nel lungo periodo, se per caso fosse necessario escludere completamente i latticini.

Allo stesso modo anche i vegetariani e i vegani possono utilizzare questi cibi per rimpiazzare l’assenza di determinati alimenti dalla dieta.

La biodisponibilità del calcio.

Ci sono alimenti e sostanze nel nostro organismo che favoriscono l’assorbimento del calcio e altri che invece lo inibiscono. La biodisponibilità è appunto la predisposizione fisiologica ad assorbire questo minerale in base a variabili come l’età, il sesso, lo stato di salute, ecc.
Di quello che mangiamo riusciamo a trattenere fino al 45% del calcio contenuto nel cibo ingerito. Tra le vitamine che favoriscono in modo assoluto l’assorbimento del calcio c’è la vitamina D che, come è noto, si sviluppa grazie all’esposizione al sole oppure con l’ingestione di considerevoli quantità di fegato di pesce (merluzzo in particolare).

Quello che invece inibisce l’assorbimento del calcio sono alimenti come i cavoli e gli spinaci che contengono gli ossalati, che in generale sono considerati degli anti nutrizionali e che quindi impediscono l’integrazione di minerali come il ferro e appunto il calcio.

Il calcio e i latticini

E’ noto che i prodotti caseari come il formaggio e il latte sono gli alimenti che contengono il calcio in maggiori quantità. Tra questi quello che ne contiene di più è il latte di mucca anche scremato, ma non sono da meno il grana, la fontina, lo stracchino, l’emmental, il parmigiano, la fontina, il groviera e molti altri.

Oltre ai latticini ci sono altri alimenti del quale è poco noto, ma di estremo interesse, il contenuto di calcio come per il lievito usato nei prodotti da forno: su 100g. ne contiene più di 5800mg. Allo stesso modo un apporto assai importante di calcio è nel basilico essiccato ma anche nel prezzemolo, nella menta, nel rosmarino, nella barretta ai cereali con frutta (ottima per i bambini). Bisogna considerare che siccome di tutti gli alimenti che ingeriamo, riusciamo a trattenere solo una parte del calcio, è bene sapere che bisogna calcolare l’apporto in base a età e stato di salute: adolescenti e donne in gravidanza per esempio hanno un bisogno che può superare 1000mg. al giorno.

© immagine: MrT HK @ flickr

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>