MENU

Comments (0) Fitness

Freeletics

Cos’è il Freelectis

Il freelectis è un nuovo modo di concepire l’esercizio fisico e l’attività motoria che fondamentalmente non si serve di nessun tipo di attrezzi ma sfrutta soltanto il peso del corpo o comunque il movimento a corpo libero.
Naturalmente l’esercizio fisico deve essere associato a una dieta equilibrata e che sia utile a mantenere tonici i muscoli in previsione di grandi sforzi fisici.
La regola generale del freelectis è che gli esercizi tra di loro un lasso di riposo molto breve se non addirittura nulla e per dare risultati devono essere eseguiti per oltre 60 minuti consecutivi.

La modalità degli esercizi del Freelectis

La successione di questi esercizi deve avvenire per gradi e, in ogni caso, prevede un importante sforzo fisico che è quello utile a raggiungere un determinato stato muscolare. La fatica che comportano questi allenamenti è quella caratterizza l’allenamento fin dalla prima seduta.
Il vantaggio del freelectis è che gli allenamenti possono essere svolti in una palestra come a casa propria, oppure in un parco, sulla spiaggia, nel giardino, insomma praticamente ovunque, basta sapere come svolgerli.
Gli esercizi sono chiamati con i nomi di alcuni dei greci (Aprhodite, Dione, Zeus, ecc.) e devono essere svolti almeno per 4 giorni a settimana, nella fase iniziale, fino ad arrivare ad allenarsi sette giorni su sette.

Le regole e lo sforzo fisico del Freelectis

Il freelectis prevede anche una certa elasticità per chi è alle prime armi. In base alla regola di non fare pause durante gli esercizi, ci si può fermare nel caso si senta il bisogno. E’ normale che la fatica e lo sforzo fisico, in base allo stato di forma, possa non reggere inizialmente alle regole del freelectis.
Con il progredire degli esercizi e la forza di volontà diminuirà gradatamente il bisogno di fare pause, che diventeranno sempre meno fino a quando non ne sentirete più la necessità.
La raccomandazione, che vale per tutti i tipi di attività fisica, è quella di fare sempre riscaldamento dei muscoli prima di iniziare per evitare strappi e dolore conseguente alla secrezione improvvisa di acido lattico. Allo stesso modo è bene fare streching subito dopo aver terminato gli esercizi, per concludere nel modo adeguato.

L’importanza della costanza nel Freelectis

Lo svolgimento di un’attività fisica come il freelectis non deve indurre a pensare di iniziare subito forzando la propria resistenza. Allo stesso modo non bisogna farli con fretta e rischiare di sentirsi male ma avere la pazienza di aspettare che il corpo si abitui e risponda ai progressi.
Per chi vuole sapere se è portato per questa disciplina e verificare i risultati degli esercizi, che non tarderanno a essere evidenti, può provare una sequenza della durata di poco più di un mese ( 5 settimane).
Se i muscoli fanno male indicano che siete fuori forma ma non dovete spaventarvi perché con il tempo riprenderete la vostra forma fisica, tonificando i muscoli conferendo una forma armonica al fisico. L’importante è essere costanti e perseveranti in quanto con la costanza riuscirete a mantenere i risultati ottenuti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>