MENU

Comments (0) Beauty

Rimedi per eliminare le smagliature

Che cosa sono le smagliature?

Le smagliature sono uno degli inestetismi maggiormente detestati dalle donne. Compaiono a causa di un rilassamento dei tessuti a seguito di un dimagrimento improvviso, di una gravidanza o della predisposizione fisiologica o da una carenza di vitamine. Può manifestarsi ad ogni età, con un’incidenza maggiore durante l’adolescenza e può riguardare sia uomini che donne. Queste ultime ne sono colpite più frequentemente per una predisposizione fisiologica e per sbalzi ormonali dovuti a gravidanze e al ciclo mestruale.

Questi fenomeni portano tutti a una mancanza di elasticità della pelle che si stende al punto da creare delle vere e proprie cicatrici chiamate in gergo tecnico “strie”. Queste striature nelle prime fasi presentano un colorito rosso violaceo e in quel frangente che bisogna intervenire per eliminarle. Quando il colore diventa bianco, invece vuol dire che sono presenti da parecchio tempo ed difficile, se non impossibile, riparare al danno apportato al derma.

Le zone interessate sono i fianchi, i glutei, le braccia, le gambe, l’addome, il seno e, sia per uomo che per donna, compaio anche sulle gambe , dietro al ginocchio e sulla schiena, in particolare nella zona lombare.

Come eliminare le smagliature?

Ma la domanda che attanaglia il pensiero di moltissime donne è “si possono eliminare?”. Con i progressi della medicina estetica, i massaggi appositamente pensati, prodotti all’avanguardia, l’alimentazione mirata e una costante attività fisica si possono curare ed eliminare.
Come detto sopra per eliminarle definitivamente si deve intervenire in modo tempestivo, a breve distanza di tempo da quando vedrete compatirle per la prima volta. In questa fase infatti nella pelle è ancora presente una buona dose di collagene che, opportunamente stimolato, può riparare l’estensione cutanea.

I trattamenti estetici “d’urto” per stimolare la rigenerazione delle cellule sono la dermoabrasione, il peeling chimico, la biodermogenesi, per quanto riguarda le smagliature di recente costituzione.

La dermoabrasione mira a eliminare l’ultimo strato di pelle e a levigarla fino a renderla morbida, vellutata e rinnovata. Ci vogliono almeno 7 sedute da 45 minuti ciascuna per vedere i primi risultati. Dopo il trattamento, la pelle risulta arrossata e per lenirla bisogna applicare delle creme apposite e non indossare indumenti stretti o troppo aderenti (regola che comunque vale sempre per far respirare la pelle e non compromettere una circolazione ottimale). Il trattamento è indolore e viene usato anche per correggere cicatrici, rughe e macchie della pelle.

Il peeling chimico è un trattamento a base di acidi chimici come acido glicolico, acido tricloroacetico, acido salicilico e altri che vengono applicati sulla zona interessata con un pennello e agiscono rinnovando la pelle e stimolando la produzione di collagene. Può richiedere più sedute e provoca un esfoliamento più o meno importante per il quale è bene applicare una crema protettiva a livello massimo.

La biodermogenesi è l’ultimo e, pare efficacissimo, ritrovato della medicina estetica che grazie a un macchinario con 2 sfere rotanti riesce a riempire i solchi lasciati dalle smagliature. Si serve di impulsi elettrici combinati con campi magnetici che riescono a stimolare la produzione di collagene ed elastina mentre migliorano la circolazione dei tessuti riportando l’equilibrio cutaneo che elimina le smagliature. E’ del tutto indolore e non c’è il minimo rischio di ustioni visto il basso voltaggio degli impulsi elettrici.

Trattamenti per le smagliature più vecchie

Per le smagliature più vecchie esistono trattamenti più decisi con il laser che stimola la crescita di pelle “nuova” fino ad arrivare all’uso della microchirurgia.

I massaggi che migliorano la situazione possono essere eseguiti con creme a base di alghe, di acido retinoico, tretinoina e acido glicolico, senza dimenticare le creme ad agenti leviganti che restituiscono tono alla pelle.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>